Miniguida al massaggio svedese

Fabio



Il massaggio svedese  considerato la “base” delle tecniche di massaggio, e racchiude diverse tipologie di movimenti; eseguito generalmente utilizzando l'olio, Il suo scopo è il rilassamento psicofisico e il benessere dell’organismo.

Storia del Massaggio Svedese

La storia del massaggio svedese, massaggio tradizionale standard europeo, affonda le sue radici tra il XVIII ed il XIX secolo, periodo in cui venne approntato il nucleo essenziale delle tecniche di manipolazione che caratterizzano questo trattamento. Il massaggio svedese  è stato ideato da P.H. Ling, ginnasta, letterato e figura eclettica della Svezia del 1800 su richiesta del re di quella nazione che, dopo una clamorosa sconfitta delle sue truppe, ne voleva rinfrancare il corpo e lo spirito. Questa specifica richiesta, quindi, è all’origine della invenzione di una forma di massaggio che, almeno in Europa, è ormai considerata classica e che si caratterizza per la capacità rigenerante e stimolante e per i benefici effetti su psiche e corpo.

Le principali tecniche del Massaggio Svedese
  • Sfioramento: Manovra leggera e rilassante.
  • Sfioramento appoggiato (detto anche Sfregamento profondo): Manovra più profonda per drenare sangue, liquidi muscolari e linfa. Si usa anche per drenare i liquidi e le sostanze "sminuzzate" e "smosse" con la frizione e l'impastamento.
  • Frizione: Manovra di spremitura dei tessuti anomali (adipe localizzata, cellulite).
  • Impastamento superficiale: Manovra dinamica di spremitura obliqua dei tessuti anomali (adipe localizzata, cellulite).
  • Impastamento profondo: Manovra dinamica di torsione e spremitura del muscolo
  • Percussione: Manovre di piccole percussioni per stimolare e tonificare cute e muscoli

Effetti positivi del Messaggio Svedese
  • l’eliminazione di stress e tensione,
  • il rafforzamento della forza muscolare,
  • il rilassamento delle articolazioni,
  • il miglioramento della circolazione sanguigna e linfatica,
  • l’eliminazione delle tossine e il miglioramento dell’aspetto esteriore della pelle del corpo e del tipico effetto a buccia di arancia che caratterizza chi soffre di cellulite.
A questi benefici, inoltre, si aggiungono anche altri effetti positivi che possono essere sperimentati in caso di specifiche patologie. In caso di pressione alta, insonnia, emicrania, depressione, stipsi, artrosi, sciatalgie, lombalgie e sindrome del colon irritabile, infatti, il massaggio svedese può rivelarsi un ottimo coadiuvante rispetto a terapie, farmacologiche e non, già in fase di somministrazione. La manipolazione del corpo, infatti, contribuisce a migliorare il benessere psico-fisico dell’individuo ed ha degli indubbi effetti benefici su stati dolorosi ed infiammatori di tipo acuto e cronico che possono colpire il soggetto.

(Questo messaggio è stato modificato l'ultima volta il: 07-12-2016, 12:40 PM da Fabio.)

Cita messaggio

Vai al forum:

Utenti che stanno guardando questa discussione:

1 Ospite(i)